803.116

OLTRE 100.000 VISITATORI AL PADIGLIONE ACI E ACI STORICO AL SALONE “AUTO E MOTO D’EPOCA”

Sticchi Damiani: “La passione è da sempre il motore dell’auto. Il grande successo di pubblico al nostro padiglione misura il consenso e la fiducia nell’ACI e in ACI Storico”.

Si è conclusa ieri a Padova la 34a edizione di Auto e Moto d’Epoca, la più importante manifestazione fieristica europea per i veicoli storici che ha registrato un record di presenze grazie alla sua formula sempre più innovativa. Il padiglione 3 dell’Automobile Club d’Italia ed ACI Storico è stato il più visitato della fiera: oltre 100.000 persone si sono entusiasmate di fronte alle 12 monoposto di Formula 1 dal 1927 ai giorni nostri che ACI ha schierato nella mostra “Gran Premio d’Italia – Monza Experience”, allestita per celebrare le 88 edizioni della massima gara italiana e il nuovo ruolo di ACI nella corsa.

Tanto pubblico ha affollato i 30 appuntamenti programmati all’Arena ACI con presentazioni e dibattiti sul motorismo d’epoca e le grandi manifestazioni sportive. Sul maxischermo sono state proiettate le immagini delle performance dei più grandi piloti italiani al simulatore ACI di guida di auto storiche: il giro di Alex Caffi sul circuito virtuale di Monza è stato il più acclamato. Tanti collezionisti hanno apprezzato il servizio ACI di visure al Pubblico Registro Automobilistico per accertare la regolarità dei 5.000 veicoli esposti in fiera prima di completarne l’acquisto. Ad evidenziare l’impegno del Club sui molteplici versanti della mobilità, riflettori puntati anche su tre motocicli Frera del 1916, 1921 e 1924, esposti al padiglione 3 da ACI Global, che ne ha realizzato il servizio di Trasporto fino alla Fiera di Padova, e che sono anche tra le prime Moto in Italia ad aver ricevuto l’omologazione “ACI Storico”.

ACI Global ha presentato i servizi “Passione d’Epoca”, che rappresentano la naturale evoluzione del concetto di assistenza rivolta con dedizione e affidabilità anche ai veicoli storici; sono servizi dedicati a tutti coloro che necessitano di curare o trasportare un’auto o una moto d’epoca: proprietari dei veicoli, rivenditori, organizzatori di eventi e di manifestazioni.

La linea di Servizi "ACI Global Passione d\'Epoca" prevede il Trasporto per Auto e Moto d\'Epoca, l\'attività di presidio e supporto durante prestigiose Manifestazioni Sportive e l\'attività di verifica tecnica, manutenzione e restauro dei veicoli storici.

ACI Global è stata anche protagonista di un Evento inserito nel Programma ACI-ACI Storico, in cui una Platea interessata e partecipe ha potuto avere - direttamente dal Direttore Generale di ACI Global - Enrico Colombo - che ha introdotto e presentato l\'Evento - una breve descrizione dell\'Azienda sia per le sue attività tipiche del soccorso stradale per i SOCI ACI ed altri Clienti che per il filone specifico dei "Servizi" dedicati ad Auto e Moto d\'Epoca.

Tra i relatori a cui Enrico Colombo ha dato via via la parola stimolando il dibattito – hanno dato il loro importante contributo il Direttore Sviluppo Servizi Mercato di ACI Global - Franco Oltolini - che ha parlato della Rete delle Officine ACI Global e degli sviluppi in corso, e i Titolari di una delle Officine del Network ACI Global "Passione d\'Epoca" Giulio Monziani e Gianluca Pasello che hanno introdotto il tema del “Restauro delle auto d\'epoca” mettendo a fuoco la differenza tra autoriparazione generalista e specializzazione, necessaria nel campo dei veicoli d\'epoca. 

Infine, Marco Morao, che di recente ha assunto il ruolo, in ACI Global di Project Manager per lo sviluppo del business nei settori dello Sport, delle Auto Storiche e del Comparto Sanitario, ha parlato del “Servizio di Trasporto e di Assistenza alle Manifestazioni Sportive: aree attive ed aree di sviluppo”.

Era presente all\'Evento ACI Global anche Nicola Borotto, Vice Presidente dell\'Automobile Club di Padova, che ha sottolineato l\'importanza dei servizi che ACI Global eroga quotidianamente per i Soci ACI così come di questo specifico filone di servizi dedicato alle auto storiche.

“La passione è da sempre il motore dell’auto – ha dichiarato il presidente di ACI e ACI Storico, Angelo Sticchi Damiani – e il successo di Auto e Moto d’Epoca dimostra l’attaccamento degli italiani alla tradizione motoristica che ci contraddistingue. Questa passione va però difesa, garantendo un futuro ai veicoli di vero interesse storico con le più idonee azioni di tutela e valorizzazione. Con ACI Storico abbiamo fornito alle istituzioni, alle compagnie assicurative e ai collezionisti gli strumenti più idonei per distinguere univocamente un’auto storica da un’auto vecchia. Il grande successo di pubblico al nostro padiglione misura il consenso crescente e la fiducia nell’ACI e in ACI Storico”.