803.116

Gran Premio d'Italia 2016. ACI Global presente con i suoi mezzi di soccorso

Insieme al Cavallino Rampante, ACI e, al suo fianco, ACI Global, continuano ad esaltare la gloriosa tradizione sportiva italiana

Con la gara appena conclusa a Monza, la numero 14 dell'anno e l'ultima in Europa per la stagione, il Gran Premio d’Italia è giunto alla sua 87esima edizione, a distanza di 95 anni esatti dalla prima, disputatasi il 4 settembre 1921 sul circuito di Montichiari.
Un'edizione in cui i tifosi della Rossa tornano a gioire: nonostante le Mercedes si siano confermate le auto più veloci, il terzo posto di Vettel, di nuovo sul podio dopo 5 gare, ha regalato più di un sorriso ai supporter del cavallino. Senza dimenticare che le Red Bull - avversarie per la seconda piazza del campionato costruttori - sono state sonoramente battute dalle Ferrari che, soprattutto nel finale, hanno dimostrato un grandissimo passo gara.

L'Automobile Club d’Italia, motore dello sport automobilistico nel Paese, con l'organizzazione congiunta di Autodromo di Monza e Automobile Club di Milano, ha avuto, come di consueto, un ruolo di primo piano. In particolare quest’anno, in virtù delle trattative con l’organizzazione del Circus della F1 - portate avanti personalmente dal Presidente dell'ACI Angelo Sticchi Damiani - e conclusesi, proprio alla vigilia del Gran Premio, con l’annuncio del raggiungimento di un accordo per un rinnovo che garantisce la continuità del GP a Monza per il prossimo triennio.
La notizia – data a poche ore dalla bandiera verde – ha contribuito al clima allegro della giornata, culminato con la festa sotto il palco della premiazione con il pilota in rosso Vettel a guidare il coro dei sostenitori esultanti.

ACI Global, che ha fornito come ogni anno supporto tecnico in pista e nelle aree che hanno ospitato la manifestazione, ha schierato il suo nuovissimo Future Patrol, posizionato nel punto di maggior affluenza del pubblico. Per tanti appassionati l'innovativo mezzo ha rappresentato anche uno speciale set per lo scatto di una foto ricordo o di un selfie.

Un mix di colori, quelli Ferrari, ACI ed ACI Global, che hanno contributo ad esaltare un senso di appartenenza all'Italia e alla sua gloriosa tradizione sportiva.

Una sinergia che ha superato i confini dell’autodromo, riservando altrettanta attenzione agli spettatori e quanti gravitavano nella zona interessata dall’evento: grazie ai servizi Infomobility Fiera Milano e Luceverde Milano, coordinati da ACI Infomobility, sono state fornite informazioni via radio sul traffico intorno al circuito. In particolare il personale di Agenzia Radio Traffic, ospite - insieme alle Forze dell’Ordine e alla Protezione Civile - dei locali della "task force" logistica dell'Autodromo, ha realizzato 4 dirette radiofoniche, di cui una con Radio Rai 1, e periodiche registrazioni per le 41 emittenti locali convenzionate.